A.I.A.C.E. Un Motore di intelligenza artificiale per la medicina predittiva a supporto dell’emergenza COVID-19 nei casi sintomatici, paucisintomatici e a rischio contagio.

Fondazione Universitaria INUIT Tor Vergata > News > A.I.A.C.E. Un Motore di intelligenza artificiale per la medicina predittiva a supporto dell’emergenza COVID-19 nei casi sintomatici, paucisintomatici e a rischio contagio.

Mettere a disposizione del Paese, in questo drammatico momento, tutta l’esperienza acquisita in tanti anni di ricerca è doveroso ed è il nostro modo di contribuire alla lotta contro la pandemia

Con queste parole, Maurizio Talamo, Professore Ordinario di Sicurezza Informatica e Sistemi cooperativi presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Presidente della Fondazione UniversitariaINUITTor Vergata, uno tra i massimi esperti a livello internazionale di Cybersecurity, Digital Identity e Blockchain con più di 30 brevetti depositati, ha annunciato voler rendere disponibile  ‘A.I.A.C.E.’ – (Artificial Intelligence for an Advanced Causal Engine), un motore causale di Intelligenza Artificiale per la medicina predittiva completamente ideato e sviluppato dalla Fondazione INUIT – per la lotta al CORONAVIRUS.

Il software, sperimentato con successo in vari progetti di ricerca, se utilizzato, potrebbe individuare, nel pieno rispetto della Privacy, potenziali malati COVID-19 sintomatici e paucisintomatici sulla base di dati clinici, sociali e ambientali già disponibili e/o comunicati dal paziente tramite app e/o dispositivi IOT (sensori, smartphones, wearable devices, ecc.).

Consentirebbe inoltre di : 

  • costruire profili a rischio contagio COVID-19 (dati clinici, rete sociale, traiettorie di contagio sulla base di contatti sociali avvenuti e potenziali) 
  • individuare potenziali focolai e livelli di rischio nei soggetti monitorati
  • tracciare i contagi per monitorare le dinamiche di sviluppo areale dell’infezione virale 
  • riconoscere anomalie ricorrenti nei sintomatici e paucisintomatici 
  • rintracciare individui o gruppi da sottoporre a test diagnostico 
  • monitorare attivamente dei pazienti in quarantena

In tale prospettiva la Fondazione ha deciso l’implementazione di un nuovo modello informatico che prevede lo sviluppo di un’app integrata con il motore INUITdi Intelligenza Artificiale che consentirebbe di :

  • realizzare la pseudonimizzazione dei dati associando l’utente ad una stringa crittografata.
  • effettuare tracciature spazio-temporali con almeno tre modalità differenti:
  • WI-FI intercettate dal dispositivo;
  • GPS;
  • Celle telefoniche.
  • acquisire le informazioni dell’utente:
  • dal suo profilo;
  • automaticamente attraverso un wearable device (opzionale);  
  • consentendo che egli stesso invii dei messaggi (ho mal di testa, ho il raffreddore, etc.).

I dati raccolti saranno inviati all’Intelligenza Artificiale A.I.A.C.E.

Il software di comunicazione con i wearable devices è stato sviluppato dalla Fondazione INUIT e può comunicare con il 95% dei dispositivi di altre società presenti sul mercato.

A differenza dei sistemi di tracciamento tramite smartphone, la soluzione INUIT rende possibile monitorare sia la posizione sia i dati clinici raccolti automaticamente e invia un alert in caso di rilevate alterazioni: non solo raccoglie i dati per il motore di intelligenza artificiale ma riveste un ruolo importante nella salvaguardia della salute e della vita dei cittadini.